• English
  • Italiano

Condividi contenuti Segui il canale Youtube Seguici su Facebook

News

Presentazione del volume di Fabien Archambault

L’Isacem promuove il Webinar di presentazione del volume di Fabien Archambault, Il controllo del pallone. I cattolici, i comunisti e il calcio in Italia (1943-anni Settanta), Le Monnier, Firenze 2022, che sarà trasmesso giovedì 15 dicembre alle ore 18.00 in diretta streaming sul canale YouTube dell’Istituto. All’iniziativa, che sarà introdotta da Marta Margotti (presidente del Consiglio scientifico dell’Isacem, Università di Torino), interverranno Stefano Pivato (Università di Urbino) e Gianluca Fulvetti (Università degli studi di Pisa). Sarà, inoltre, presente l’autore.

Inventari online: Carlo Carretto e Antonio Zama

L’Isacem continua con la pubblicazione online degli inventari dei fondi archivistici conservati, le cui banche dati sono ora consultabili sul portale La storia nelle carte. L’archivio dell’Azione cattolica e del movimento cattolico. Sono ora disponibili alla consultazione online gli inventari dei fondi di Carlo Carretto (1910-2008) e Antonio Zama (1924-1997). Questo progetto, che permette nuove modalità di fruizione del patrimonio documentario da parte degli utenti, è stato realizzato con il contributo della Regione Lazio – Direzione Cultura, Lazio Creativo – Area Servizi culturali e Promozione della lettura – L.R. n. 24/2019, Piano 2020. Attraverso questo portale, l’Isacem continuerà nel tempo a rendere fruibili online un numero sempre maggiore di inventari d’archivio.

VII Conferenza nazionale Aici - Italia è cultura

L’Associazione delle istituzioni di cultura italiane (Aici), della quale l’Isacem-Istituto per la storia dell’Azione cattolica e del movimento cattolico in Italia Paolo VI è socio, ha promosso dal 9 all’11 novembre a Napoli la VII Conferenza nazionale Italia è cultura. Le sfide degli anni ‘20. L’iniziativa, che è stata l’ideale seguito degli appuntamenti di Torino del 2014, di Conversano del 2015, di Lucca del 2016, di Trieste del 2017, di Ravello del 2018 e di Firenze del 2019, ha voluto promuovere le attività degli istituti culturali aderenti nel campo della ricerca, della conservazione, della promozione della cultura e della digitalizzazione, proponendole in un pubblico confronto. Si è inoltre riservata particolare attenzione al tema dell’associazionismo culturale come motore di crescita civile e sociale del Mezzogiorno In allegato, il programma.

La porta del cielo di Vittorio De Sica

In occasione della Festa del Cinema di Roma, dopo il restauro integrale curato dalla Cineteca nazionale, è stato proiettato in anteprima mondiale il film La porta del cielo (Casa del Cinema, domenica 16 ottobre alle ore 18.00 e lunedì 17 ottobre alle ore 21.15). L’opera, commissionata nel 1944 dall’Azione cattolica italiana, che ne ha sempre detenuto i diritti, fu realizzata da Vittorio De Sica. Considerato un film minore rispetto alla produzione del grande regista, è in realtà un’opera importante, come sottolinea il conservatore della Cineteca nazionale del Centro sperimentale di cinematografia Alberto Anile. Il restauro è stato un’impresa, perché a causa della perdita dei negativi il film è stato rilavorato dalla Cineteca nazionale a partire da materiali infiammabili, con immagini lacerate e un sonoro spesso incomprensibile, riportando così alla luce del proiettore un «tesoro leggendario ma misconosciuto». L’operazione è stata supportata dal Centro sperimentale di cinematografia, dall’Azione cattolica italiana e dall’Associazione Officina cultura e territorio, con il coordinamento del Centro CAST di UniNettuno e il supporto scientifico dell’ISACEM. La proiezione è stata introdotta da Christian De Sica, figlio del regista Vittorio e della protagonista Maria Mercader. Subito dopo il film di De Sica è stato proiettato il documentario Argento puro, realizzato da...

«Dialoghi», l'ultimo numero

È uscito il terzo numero del 2022 di «Dialoghi», la rivista culturale trimestrale promossa dall’Azione cattolica italiana in collaborazione con l’Isacem-Istituto per la storia dell’Azione cattolica e del movimento cattolico in Italia Paolo VI e l’Istituto Vittorio Bachelet. Il fascicolo, oltre all’editoriale di Piergiorgio Grassi,  Tempi di emergenze e di speranze, contiene il dossier Cieli nuovi e terra nuova, curato da Luigi Alici e Franco Miano, con i contributi di Carla Danani (L’eterno nel quotidiano), Franco Garelli (I cattolici italiani e la speranza ultraterrena: tra afasia e nostalgia), Giacomo Canobbio (Il silenzio sui novissimi), Giovanni Grandi (Parlare della “vita eterna” tra ricerca della felicità e incentivo al fare), Francesco Russo (Eschaton come evasione o stimolo all’impegno nella storia?), un forum con Marta Margotti, Francesco Stoppa, Daria Pezzoli-Olgiati (Sulle tracce dell’eschaton).

Bruno Paparella. Un cristiano senza aggettivi

Si è svolto a Ferrara l’8 ottobre alle 16.00, presso Casa Cini – promosso dall’Arcidiocesi di Ferrara, l’Azione cattolica di Ferrara e l’Isacem-Istituto per la storia dell’Azione cattolica e del movimento cattolico in Italia Paolo VI – il convegno Un cristiano senza aggettivi, dedicato a Bruno Paparella, in occasione del centenario della nascita. Oltre alle testimonianze di Maria Bellucci, Mario Cova, Gianfranco Maggi e Corrado Truffelli, ci sono state le relazioni di Giorgio Vecchio (Università di Parma), Per una biografia di Bruno Paparella, e Paolo Trionfini (Università di Parma e direttore Isacem), Il ruolo di Bruno Paparella nell’Azione cattolica italiana. Ha introdotto e moderato Riccardo Modestino, mentre le conclusioni sono state affidate a mons. Giancarlo Perego, arcivescovo di Ferrara. In allegato, il programma dell’iniziativa.

Archives: Bridging the Gap

Si è tenuta a Roma dal 19 al 23 settembre la IX Conferenza del Consiglio Internazionale degli Archivi (ICA), Archives: Bridging the Gap, che ha visto un'ampia partecipazione di archivisti provenienti da tutto il mondo.
Il comitato scientifico aveva valutato le proposte provenienti da 62 paesi, costruendo un programma articolato in 4 sessioni parallele in cui hanno trovato spazio 73 relazioni, 6 seminari, 17 interventi brevi e 54 poster.
L’Isacem ha partecipato con la presentazione del poster Armida Barelli: una rete di opere e di archivi. Il programma, qui allegato, rimane consultabile anche sul sito ufficiale della conferenza.
 

Il carteggio di Armida Barelli

È consultabile presso l’Isacem l’inventario della serie Carteggio del Fondo archivistico di Armida Barelli, che copre l’arco cronologico 1914-1952 e consta di 231 unità archivistiche, raccolte in 24 faldoni. La serie, inizialmente confluita nel fondo archivistico di Alfredo Maria Cavagna, è stata individuata come autonoma (pur mantenendo il legame con il fondo dell'assistente) nel momento in cui si è avuto certezza che si trattasse di due nuclei distinti, anche se prodotti nell’ambito delle attività dello stesso ente, la Gioventù femminile di Azione cattolica. È articolata in 9 sottoserie e testimonia la fitta rete di relazioni della «sorella maggiore», con la nascita e lo sviluppo del ramo giovanile femminile dell’Associazione.

#ArchivesAreYou: la quarta Settimana Internazionale degli Archivi

Gli archivi conservano e trasmettono storie. Nelle carte, nelle fotografie, nelle registrazioni sonore. E anche nel patrimonio audiovisivo, dove la narrazione ci mostra scenari e persone immersi in altri tempi, altri contesti, altri luoghi. L'Isacem conserva un patrimonio audiovisivo che spazia dai documentari e film prodotti e distribuiti dall'Azione cattolica italiana, alle pellicole che testimoniano momenti di vita quotidiana ed eventi associativi. Uno spaccato del Novecento italiano. Un ponte della memoria per le future generazioni. Un pezzo della nostra identità. Perché #ArchivesAreYou.

Le memorie del cinema e dell’audiovisivo

L’ISACEM ha partecipato al convegno internazionale promosso dal Centro di ricerca CAST (Catholicism and Audiovisual Studies) dell’Università telematica internazionale UniNettuno, in collaborazione con la Consulta universitaria del cinema, la Direzione generale cinema e audiovisivo del MIC e la SIAE, il 9-10 giugno 2022 presso il Palazzo Antici Mattei a Roma. L’iniziativa, La storia del cattolicesimo contemporaneo e le memorie del cinema e dell’audiovisivo, è stata curata da Dario Edoardo Viganò e Gianluca della Maggiore. In allegato il programma. Le giornate, che hanno visto la partecipazione di oltre trenta relatori, sono state strutturate in diversi panel e tavole rotonde.