• English
  • Italiano
Condividi contenuti

La porta del cielo di Vittorio De Sica

L’Isacem prende parte al Digital Talk La porta del cielo (1945) di Vittorio De Sica: Roma occupata, il neorealismo, uomini e film da salvare, promosso dall’Università telematica internazionale Uninettuno.
L’evento, di cui si allega il programma, si terrà online il 1° marzo a partire dalle ore 17.00, in diretta streaming sia sul portale che sulla pagina Facebook dell’Università.
In occasione dei 120 anni dalla nascita di Vittorio De Sica (1901-1974), il Digital Talk punta l’attenzione su La porta del cielo, film poco noto del regista romano che precede i suoi capolavori riconosciuti come Sciuscià (1946) e Ladri di biciclette (1948).
Dopo l’introduzione di Dario Edoardo Viganò, sono previsti gli interventi di Gianluca della Maggiore, Rosanna Scatamacchia, Alberto Anile e Simona Ferrantin.

Webinar sulle risorse sonore e audiovisive

L’Isacem ha partecipato al webinar promosso dall’Ufficio nazionale per i Beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della CEI, in collaborazione con l’Istituto centrale per il catalogo e la documentazione (ICCD) e l’Istituto centrale per i beni sonori e audiovisivi (ICBSA), il 23 febbraio dalle ore 10.00 alle ore 13.00. L’iniziativa, Conoscere per difendere e raccontare. Le risorse sonore e audiovisive al servizio della Chiesa, è stata un'occasione di confronto sulle esperienze acquisite per la tutela e la valorizzazione del patrimonio intangibile, e in particolare di quelle maturate nel campo delle risorse sonore e audiovisive. In allegato il programma.
Dopo i saluti istituzionali dei rappresentanti degli enti promotori, si sono svolte le relazioni di don Valerio Pennasso, mons. Vincenzo De Gregorio, Piero Cavallari, Chiara Zanzucchi con Adriana Avellaneda e Maria Teresa Amaral, Simona Ferrantin e Luciano D’Aleo.

Avviso riapertura al pubblico

Con il DPCM del 3 dicembre 2020 è stata ripristinata l’apertura al pubblico per archivi e biblioteche, confermata anche dall'ultimo DPCM del 14 gennaio 2021. L’Isacem ha disposto quindi la riapertura agli studiosi a partire da mercoledì 9 dicembre, secondo il consueto orario.
Tutti gli accessi devono essere pianificati tramite appuntamento, con prenotazione telefonica o attraverso messaggi di posta elettronica. L’Istituto provvederà a gestire la presenza di persone in sede secondo quanto previsto dai protocolli di contenimento del Covid-19, evitando condizioni di aggregazione e assembramento. Per tutte le indicazioni relative all’accesso, si chiede di consultare le Linee guida allegate.

La biblioteca di Giovanni Vanni

La biblioteca di Giovanni Vanni, donata all'Isacem dal figlio Giovanni nel 2017, è stata interamente catalogata ed è ora consultabile presso la sede dell'Istituto. Giovanni Vanni (1919-2014) è stato a lungo dirigentedell'Azione cattolica a Napoli, coordinatore dei Comitati civici e consigliere comunale per la Democrazia cristiana. Il fondo librario, che conta circa 3.000 volumi, è stato organizzato e catalogato in SBN grazie a un finanziamento della Regione Lazio dedicato alle iniziative culturali degli Istituti culturali regionali iscritti all’Albo (Piano annuale 2020). Comprende volumi che manifestano i molteplici interessi di Vanni, organizzati per materie, tra le quali storia contemporanea, storia della Chiesa, storia economica, teologia, letteratura, con un’attenzione particolare alle biografie e alla storia locale. Insieme alle carte già consultabili del suo archivio (pure donato dal figlio nel 2014), la catalogazione della biblioteca di Vanni permetterà di avere un quadro complessivo delle fonti disponibili e liberamente accessibili su questa figura.