• English
  • Italiano
Condividi contenuti

Avviso riapertura al pubblico

Con il DPCM del 3 dicembre 2020 è stata ripristinata l’apertura al pubblico per archivi e biblioteche, confermata anche dall'ultimo DPCM del 14 gennaio 2021. L’Isacem ha disposto quindi la riapertura agli studiosi a partire da mercoledì 9 dicembre, secondo il consueto orario.
Tutti gli accessi devono essere pianificati tramite appuntamento, con prenotazione telefonica o attraverso messaggi di posta elettronica. L’Istituto provvederà a gestire la presenza di persone in sede secondo quanto previsto dai protocolli di contenimento del Covid-19, evitando condizioni di aggregazione e assembramento. Per tutte le indicazioni relative all’accesso, si chiede di consultare le Linee guida allegate.

Video sull’Istituto e i suoi progetti

Grazie a un finanziamento della Regione Lazio per gli Istituti culturali, l’Istituto ha realizzato due video sul proprio patrimonio documentario e sulle attività in corso. Il primo, Una visita in Istituto, ripercorre le tappe principali della storia dell’Azione cattolica, intrecciata con la storia del Paese, e accompagna il racconto con immagini della documentazione conservata, sempre disponibile alla consultazione degli studiosi. Il secondo, Biografie Resistenti, illustra un progetto avviato il 25 aprile 2020 - in continua crescita - per la creazione di una banca dati con la schedatura di soci, socie e assistenti dell’Ac che hanno preso parte a vario titolo alla Resistenza. Entrambi i video si trovano sul canale YouTube dell’Istituto e sono raggiungibili anche dalla home page di questo sito web. I video sono stati realizzati grazie al contributo regionale di cui all’atto amministrativo n. G10379 del 10 settembre 2020, LR n. 24/2019 - Piano annuale 2020.

La biblioteca di Giovanni Vanni

La biblioteca di Giovanni Vanni, donata all'Isacem dal figlio Giovanni nel 2017, è stata interamente catalogata ed è ora consultabile presso la sede dell'Istituto. Giovanni Vanni (1919-2014) è stato a lungo dirigentedell'Azione cattolica a Napoli, coordinatore dei Comitati civici e consigliere comunale per la Democrazia cristiana. Il fondo librario, che conta circa 3.000 volumi, è stato organizzato e catalogato in SBN grazie a un finanziamento della Regione Lazio dedicato alle iniziative culturali degli Istituti culturali regionali iscritti all’Albo (Piano annuale 2020). Comprende volumi che manifestano i molteplici interessi di Vanni, organizzati per materie, tra le quali storia contemporanea, storia della Chiesa, storia economica, teologia, letteratura, con un’attenzione particolare alle biografie e alla storia locale. Insieme alle carte già consultabili del suo archivio (pure donato dal figlio nel 2014), la catalogazione della biblioteca di Vanni permetterà di avere un quadro complessivo delle fonti disponibili e liberamente accessibili su questa figura.

Dialoghi, l'ultimo numero

È uscito l’ultimo numero del 2020 di «Dialoghi», la rivista culturale trimestrale promossa dall’Azione cattolica italiana in collaborazione con l’Isacem-Istituto per la storia dell’Azione cattolica e del movimento cattolico in Italia Paolo VI e l’Istituto Vittorio Bachelet. Il fascicolo, oltre all’editoriale di G. Sigismondi, Tutto concorre al bene, contiene il dossier Il dialogo della creazione, curato da Luigi Alici, con i contributi di Paola Ricci Sindoni (Identità dialogiche), Carlo Cirotto (Le “forme biologiche” del dialogo), Simone Morandini (Antropocene: il dialogo spezzato con la Terra), Piergiorgio Grassi (Dialoghi interrotti e volontà di futuro), Giuseppe Lorizio (Creazione e dialogo nella Rivelazione ebraico-cristiana), un forum con Elena Pulcini, Massimo Mercati e Giacomo Costa (“Tutto è connesso”: un bilancio dell’Enciclica Laudato si’).