• English
  • Italiano

Giovanni Vanni, 1920-1996

Versione stampabile
Giovanni Vanni
Consistenza
buste 38 (ml 3,4)
 
Soggetto produttore
Vanni, Giovanni
 
Biografia
Nato a Napoli il 14 luglio 1919, Giovanni Vanni aderisce fin da ragazzo alla Gioventù italiana di Azione cattolica nella diocesi di Napoli, crescendo alla scuola di padre Della Rovere. Intrapresi gli studi universitari che lo portano alla laurea, nel 1944 diventa presidente diocesano della Giac, rimanendo in carica fino al 1950. Durante questo periodo stringe significativi rapporti con Luigi Gedda e Carlo Carretto, che si avvicendano alla Presidenza centrale del ramo. Nel 1948 è chiamato anche a coordinare i comitati civici di Napoli.
Nel 1956 viene eletto nelle file delle Democrazia cristiana in Consiglio comunale di Napoli. Ritiratosi dall’attività politica, dopo l’esperienza della Presidenza provinciale delle Acli, nel 1965 è designato presidente diocesano dell’Unione uomini di Azione cattolica, impegnandosi a fondo, fino al 1970, quando scade il mandato, per rafforzarne la presenza nelle parrocchie della diocesi. Dal 1967 al 1970 fa parte anche del Consiglio centrale dell'Unione uomini. Le competenze maturate in ambito professionale, che lo vedono per 35 anni direttore del personale della Sme finanziaria, vengono valorizzate dal vescovo ausiliare, mons. Antonio Zama, il quale lo coinvolge nella gestione di alcuni enti che fanno capo alla diocesi attraverso consulenze di natura giuridica ed economica.
Rimasto legato con Gedda, Vanni continua a essere attivo nella Società operaia, fondata dall’ex presidente generale dell’Azione cattolica italiana, divenendo capo reparto della Società nella diocesi di Napoli. Su invito di Gedda, pur continuando l’impegno nell’Azione cattolica, fonda nel capoluogo campano i circoli Mario Fani, organizzando seminari di studio e di formazione per gli attivisti e la VI Assemblea nazionale che si celebra nel 1975. Muore a San Giorgio a Cremano il 18 luglio 2014.
 
Storia archivistica
Le carte di Giovanni Vanni sono state donate all’Istituto dal figlio, Giovanni Vanni, nel 2014, mantenendone l’organizzazione originaria.
 
Modalità di acquisizione
Donazione (2014).
 
Ordinamento e struttura
Il fondo si struttura in 6 principali serie:
serie 1. Azione cattolica (bb. 7).
serie 2. Associazione cristiana lavoratori italiani (bb. 3).
serie 3. Società operaia (bb. 8).
serie 4. Circoli Mario Fani (bb. 10).
serie 5. Corrispondenza (bb. 6).
serie 6. Maria Vanni (bb. 4).
 
Strumenti archivistici
Elenco con descrizione sommaria delle serie.
 
Consultabilità
Il fondo è liberamente consultabile, previa autorizzazione del direttore dell’Istituto, salve le limitazioni previste dalla legislazione per la tutela del diritto alla riservatezza e all’identità personale.