• English
  • Italiano
Condividi contenuti

Riapertura agli studiosi

L’Isacem-Istituto per la storia dell’Azione cattolica e del movimento cattolico in Italia Paolo VI, dopo aver organizzato gli spazi e i servizi  secondo quanto previsto dai protocolli di contenimento del Covid-19, ha disposto la riapertura agli studiosi a partire da mercoledì 10 giugno.
 
Per tutto il mese di giugno, l’orario di apertura dell’Istituto sarà dalle 8.00 alle 14.00. Tutti gli accessi devono essere pianificati tramite appuntamento, con prenotazione telefonica o attraverso messaggi di posta elettronica. L’Istituto provvederà a gestire la presenza di persone in sede evitando condizioni di aggregazione e assembramento. Per tutte le indicazioni relative all’accesso, si chiede di consultare le Linee guida allegate.

La settimana internazionale degli archivi

Dall’8 al 14 giugno 2019, su iniziativa del Consiglio internazionale degli archivi (ICA), si celebrerà in tutto il mondo l’International Archives Week 2020, dedicata quest’anno a Empowering Knowledge Societies. Il tema riguarda l’intelligenza artificiale, la conservazione digitale e le tecnologie emergenti, oltre alla conoscenza sostenibile e all’affidabilità delle fonti ufficiali. Il Consiglio internazionale degli archivi invita gli archivi, le altre istituzioni della memoria e tutti gli interessati a partecipare e dare risalto all’iniziativa attraverso diverse attività, che si trovano tutte descritte sul sito web dell’ICA. L’Istituto ha aderito registrandosi sulla mappa digitale “Archives are accessible” e inserendo le informazioni principali per la consultazione del proprio patrimonio.

Biografie Resistenti

In occasione del 75° anniversario della Resistenza l’Isacem-Istituto per la storia dell’Azione cattolica e del movimento cattolico in Italia Paolo VI ha presentato il progetto Biografie Resistenti. Il lavoro di ricerca ha come obiettivo finale la creazione di una banca dati completa con la schedatura dei soci, delle socie e degli assistenti dell’associazione ai quali è stata riconosciuta un’onorificenza (medaglia al valore civile, medaglia al valore militare, titolo di giusto fra le nazioni), nonché di quelli che hanno partecipato attivamente alla guerra di liberazione come combattenti, staffette, cappellani militari o membri dei Comitati di liberazione nazionale locali. Al momento la banca dati contiene principalmente figure decorate con medaglia d’oro al valore civile e militare, ma il progetto prevede l’individuazione e la schedatura di tutti i profili indicati. A tal fine si chiede a tutti coloro che siano interessati a partecipare al progetto di inviare schede di resistenti all’indirizzo mail info@isacem.it.

Mario Saverio Cozzoli

È uscito presso l’Ave, in un fuori collana, Mario Saverio Cozzoli. Una vita al servizio degli altri, a cura di Andrea Pepe. Il volume, che si articola in quattro parti (Al servizio dell’Azione cattolica, Al servizio dei giovani e dello sport, Al servizio della sua terra, Al servizio degli altri), raccoglie gli scritti dell’esponente pugliese nei diversi ambiti in cui è stato protagonista, sempre, come recita il titolo, «al servizio degli altri»: nell’Azione cattolica, nel Centro sportivo italiano, nel suo territorio d’origine e nella Democrazia cristiana. Del resto, questi spazi sono rimarcati dalle preziose testimonianze che chiudono ogni sezione: Arturo Parisi, Vittorio Bosio, Luigi Michele de Palma, Pierferdinando Casini. Il volume, che contribuisce a gettare una luce significativa su una personalità rimasta “dietro le quinte” ma sempre in prima linea nell’impegno del mondo cattolico nella storia dell’Italia repubblicana, è preceduto da un pregevole e corposo profilo di Andrea Pepe, il quale ha potuto attingere al fondo archivistico donato dalla famiglia Cozzoli all’Isacem-Istituto per la storia dell’Azione cattolica e del movimento cattolico in Italia Paolo VI.