• English
  • Italiano
Condividi contenuti

Movimento di impegno educativo di Azione cattolica, dal 1990 (Mieac)

Versione stampabile
Movimento di impegno educativo di Azione cattolica, dal 1990 (Mieac)
 
Soggetto produttore
Movimento di impegno educativo di Azione cattolica
 
Storia istituzionale
Il Movimento di impegno educativo di Azione cattolica, che raccoglie l’eredità del Movimento maestri di Azione cattolica, è fondato con l’«Assemblea costituente» che si celebra a Roma dal 6 all’8 dicembre 1990. Nel documento finale approvato, si specifica che il movimento «si qualifica come strumento tipico dell’Azione Cattolica Italiana, in cui vitalmente e organicamente si radica e di cui, nelle scelte e nello stile, esprime natura e fine formativo, ecclesiale e apostolico nello specifico campo delle tematiche educative». Superando la tradizione della specializzazione per categorie, il Mieac cerca di strutturarsi sul territorio, coinvolgendo l’intera «comunità educante» a cui si rivolge, come emerge dal I Congresso celebrato nel 1991.
Al III Congresso, che si tiene a Roma nel 1999, pur in presenza di una significativa «Proposta educativa», come recita la testata del suo periodico iniziato nel 1992, registra una difficoltà a radicarsi. Nel corso del nuovo decennio, sotto la presidenza di Franco Venturella, si tenta, pertanto, di approfondire le tematiche educative nel più ampio contesto culturale, avvalendosi anche dell’elaborazione di un apposito istituto intitolato a Giuseppe Lazzati.
Il rapporto con l’Azione cattolica è precisato su basi nuove nel Documento normativo che viene approvato al Congresso straordinario tenutosi a Grottaferrata nel 2004, in cui si definisce il Mieac come movimento esterno.
 
Storia archivistica
Il fondo, in attesa del versamento in Istituto, è provvisoriamente conservato nella sede del Mieac in via Aurelia 481.
 
Consultabilità
Il fondo non è consultabile.